Perchè la temperatura a casa ai bambini possono misurarla anche i papà

misurare la febbre bambini
Pubblicato da Filomena Procopio

Perchè dovrebbero essere solo le mamme a preoccuparsi della salute dei bambini al rientro a scuola?

In questi giorni di grandi ansie e preoccupazioni non sono mancati i dibattiti in vista della riaperture della scuola, ci sarebbero interi romanzi da scrivere. Ma che questo paese, il nostro, sia fermo al medio evo, e nulla sia cambiato nel ruolo dei genitori, lo si è ben capito dal discorso fatto anche dalla Ministra Azzolina che nel corso della puntata di Live-Non è la d’Urso, ci ricordava che la temperatura ai bambini, prima dell’ingresso a scuola, va misurata a casa. Anche in questo caso si potrebbero sprecare parole, visto che ogni insegnante avrebbe potuto disporre di un termoscanner in classe, per misurare la temperatura agli alunni, facendo l’appello. Ma in Italia si sa, le cose appaiono sempre più complicate di quelle che non sono…

Ma ritorniamo alle parole della Azzolina che con Barbara d’Urso parlava di questo rientro a scuola. “Le mamme dovranno misurare a casa la temperatura ai bambini” è questa la frase cardine. Le mamme? Perchè i papà non dovrebbero essere in grado di farlo? Perchè diamo per scontato che a portare a scuola i bambini siano le mamme che non lavorano e che quindi hanno come unico compito della giornata quello di misurare la temperatura? E qui viene meno anche il rispetto per i padri che un ruolo, al pari di quello della mamma, devono averlo nell’educazione dei figli. Il nostro quindi non è un discorso in difesa delle madri, le donne ormai, sono abituate a tutto questo. Ma è tempo che anche i papà si facciano sentire. Perchè non dovrebbero essere loro a misurare la temperatura come nella foto che apre questo post, viene fatto dal Governatore del Piemonte Cirio? Perchè dovrebbero essere solo le mamme a preoccuparsi? “Le mamme si chiedono, le mamme sono in ansia, le mamme vogliono sapere” era questo il tono della chiacchierata tra il ministro e la d’Urso.

Ma gli stessi torni e le stesse domande vengono poste anche altrove, dalla tv ai giornali, come se le madri fossero le uniche a preoccuparsi dell’educazione e della salute dei loro figli. Padri di tutta Italia, e non solo, fate sentire la vostra voce, ce n’è un grande bisogno.

Informazioni sull'autore

Filomena Procopio

Redattrice web per passione e per lavoro. Una grande storia d'amore con il mondo della scrittura online che non è mai finita! Dal mondo dello spettacolo, al gossip, allo sport: tutto fa notizia!

Lascia un commento

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close