Che bufera su Elisabetta Franchi: un discorso sulle donne che lascia perpless*

Pubblicato da Redazione

Stanno facendo parecchio discutere le parole di Elisabetta Franchi sul ruolo delle donne nei posti di lavoro, donne e mamme…Non un connubio perfetto a quanto pare

Vi state chiedendo come mai oggi, la stilista Elisabetta Franchi sia finita sui trend topic di Twitter? Non per uno dei suoi bellissimi vestiti, non per qualcosa che ha a che fare con i capi di abbigliamento della sua casa di moda, ma tutto il contrario. Sono state alcune delle dichiarazioni rilasciate dalla Franchi durante un convegno a lasciare davvero perplessi e perplesse tutti i presenti. Un salto indietro nel passato, dichiarazioni che hanno lasciato basiti donne e uomini presenti ma anche chi ha avuto modo di vedere il video, che in questi minuti è diventato virale in rete. Si stava parlando delle donne, delle mamme lavoratrici, della scelta di un imprenditore o di una imprenditrice di avere a lavoro una donna in età “da figlio”. Sembra brutto dare questa etichetta ma per spiegare la situazione, dobbiamo farvi comprendere il contesto.

Le parole di Elisabetta Franchi che indignano: esplode la bufera sui social

“Parlo da imprenditore” ha esordito Elisabetta Franchi  e già il fatto che parli di se al maschile, ci lascia molti dubbi, visto che la parola ha il suo bel femminile, imprenditrice. Nella sua intervista per il Foglio, la stilista ha dichiarato: “ Quando metti una donna in una carica importante – se è molto importante – poi non puoi permetterti di non vederla arrivare per due anni, perché quella posizione è scoperta. Un imprenditore investe tempo, energia e denaro e se ti viene a mancare è un problema. Anche io da imprenditore e responsabile della mia azienda ho puntato su uomini perché…” perchè aveva paura che una donna di 30 anni potesse prendersi del tempo per i suoi figli. Dimenticando però che ci sono donne che lavorano fino all’ottavo mese di gravidanza e tre mesi dopo il parto tornano a lavoro ( per non parlare del fatto che molte neo mamme, possono anche permettersi di lavorare da casa, facendo le mamme senza problemi).

L’interlocutrice, ben capendo che ci si stava avventurando su un terreno minato, ha cercato di raddrizzare le cose, ricordando che questo succede perchè lo stato non dà aiuto alle mamme e ai genitori che vogliono avere dei figli: Eh sì perché una donna non viene aiutata.. Tu però come hai fatto? Hai allevato due figli le ha quindi chiesto…

La Franchi ha preferito non rispondere ed è andata avanti: “Faccio una premessa: io le donne le ho messe ma sono anta, ancora ragazze ma ragazze cresciute. Se dovevano sposarsi si sono già sposate, se dovevano far figli li hanno fatti, se dovevano separarsi hanno fatto anche quello.. Diciamo che io le prendo dopo i quattro giri di boa. ” E ancora: “Sono tranquille e lavorano H24. Cosa che gli uomini non hanno, perché noi donne abbiamo un dovere nel nostro DNA: i figli li facciamo noi ed il camino in casa lo accendiamo noi, è una grande responsabilità.”

Anno 2022, una donna, una mamma, una professionista.

Informazioni sull'autore

Redazione

Dopo 10 anni di Ultime Notizie Flash nasce anche UNF DONNA e la Redazione è felice di condividere con lettrici e magari anche lettori, tutto quello che succede intorno all'universo femminile! Donne per le donne. Una Redazione di donne pronte a parlare di problemi, a dare consigli, ad aiutare con il nostro motto: l'universo femminile alla portata di un click.

Lascia un commento

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close